MidnightCommander vol.2 - impostare le azioni sui file

 :: GNU/Linux :: Software

Andare in basso

MidnightCommander vol.2 - impostare le azioni sui file

Messaggio Da floatman il Gio Ott 15, 2009 12:27 pm

MidnightCommander vol.2 - impostare le azioni sui file

Inserisco una seconda parte della guida a MidnightCommander (questa è la prima) per esporre un argomento che non avevo trattato nella prima guida ma che è decisamente importante (e che io ho dato erroneamente per scontato).

Tutte le impostazioni per il trattamento dei file sono inserite all'interno del file '~/.mc/bindings'.
Le impostazioni di default prevedono l'uso di determinate applicazioni che molte volte non sono presenti e che troppo spesso non sono quelle desiderate dall'utente.
Tramite 'man mc' o leggendo l'intestazione di 'bindings' potete trovare la spiegazione di come editare quel file, però credo che non sia ben scritta la cosa...quindi eccomi qui ^^

La forma generale di un'impostazione è la seguente (poi la spiegheremo)

Codice:
parolachiave/descrizione
   Open=comando1
   View=comando2
   Edit=comando3
Vediamo la forma a grandi linee: 'parolachiave' è un identificatore che indica come va letta la successiva descrizione, cioè la prima riga identifica il file da aprire.
Le successive tre righe (non è detto che siano tutte presenti) definiscono l'azione da eseguire per i tre eventi di apertura file (il click), visualizzazione (F3) o modifica (F4).

'parolachiave' assume tre valori:

regex : in questo caso 'descrizione' sarà un'espressione regolare per identificare una serie di estensioni di file.
Es. regex/\.t(ar\.bz2|bz|b2)$

shell : la descrizione sarà direttamente un'estensione '.qualcosa'.
Es. shell/.c

type : la descrizione sarà il file-type, cioè l'identificazione del comando UNIX 'file'.
Es. type/^PDF
infatti...
floatman@debian:~$ file pippo.pdf
pippo.pdf: PDF document, version 1.4


Le righe successive indicano l'azione e il comando che ne consegue.
Non dimentichiamo che il file 'bindings' è un'insieme di semplificazioni (sostituzioni) dell'uso della riga di comando di mc, che ci posiziona nella directory in cui stiamo lavorando.

Una prima forma di sostituzione è data dall'inserimento automatico del file selezionato...con qualche particolarità:

%f : indica il file selezionato (senza percorso)

%d : indica la directory (pwd)

%p : come %f, però in caso di fs virtuali non crea una copia temporanea. Se ad esempio si lavora molto su ftp è meglio indicare il file selezionato come %d/%p anzichè come %f

%cd : indica l'entrata in un archivio compresso con la visualizzazione dei file contenuti (difficilmente modificherete la gestione di default degli archivi, per la cronaca affidata a script appositi)

%s,%t e %u : riguardano liste di file selezionati, come %cd normalmente non c'è molto da lavorare

Le ultime due sostituzioni sono invece molto importanti:

%var : assume la forma %var{VARIABILE:alternativa};'VARIABILE' è una variabile di sistema settata, 'alternativa' è il comando da utilizzare nel caso la variabile non risulti settata. Ad esempio nelle impostazioni di default i sorgenti sono impostati con:
Open=%var{EDITOR:vi} %f
se il sistema ha un $EDITOR impostato, allora il file verrà aperto con quello; in caso contrario verrà aperto con vim.

%view : il file viene aperto dall'editor interno (mcedit), che a sua volta può avere alcune forme di visualizzazione, fondamentalmente 'ascii' ed 'hex'inserite tra '{}'. Le impostazioni di mcedit comunque esulano dalla guida.

Vediamo qualche esempio...

Ad esempio potremmo pensare agli script per la shell:

Codice:
# sh script
type/^Bourne-Again
   Open=%var{EDITOR:vi} %f
   View=%var{EDITOR:vi -R} %f
   Edit=%var{EDITOR:vi} %f
Notate come sia stato utilizzato 'type', condiderando che
floatman@debian:~$ file pippo
pippo: Bourne-Again shell script text executable


Un altro esempio potrebbe essere riferito ai file di immagini più comuni:

Codice:
# jmp, gif, png
# non saprei se la regex individua tutto xD
regex/\.([jJ][pP][gG]|[gG][iI][fF]|[pP][nN][gG])$
   Open=(eog %f &)
   View=(eog %f &)
   Edit=(gimp %f &)
Apertura e vista (click ed F3) con Eye-of-Gnome (sucks); mentre l'editing a GIMP. La '&' alla fine del comando è utile per le applicazioni GUI in modo da liberare il terminale e continuare ad usare mc.

Come ogni volta, spero che la guida sia utile.
That's All...may be
avatar
floatman

Messaggi : 844
Data d'iscrizione : 14.09.09

Visualizza il profilo http://myville.altervista.org

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 :: GNU/Linux :: Software

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum